Stretching pasivo

Lo stretching è una tecnica di allungamento che permette di aumentare la flessibilità muscolare e di preservare la mobilità articolare.

Nello specifico, lo stretching passivo si ottiene con un’assistenza esterna, che aiuta a raggiungere l’allungamento desiderato del muscolo. In questo modo il muscolo si rilassa, sotto la forza esterna che lo mantiene nella corretta posizione.

E’ ritenuto una vera e propria forma di esercizio terapeutico.

Viene utilizzato in caso di dolore, rigidità o difficoltà di movimento ed è in grado di apportare diversi benefici tra i quali:

  1. allungamento progressivo di fibre muscolari e tendinee;
  2. riduzione da sovraccarico e stress delle articolazioni;
  3. aumento/recupero della mobilità;
  4. riduzione del senso di vertigine;
  5. riduzione del dolore.

Molteplici categorie di persone possono essere trattate con lo stretching passivo.

Le persone sotto terapia correttiva o riabilitativa possono avere grossi benefici. Essendo, però, estremamente variabili le condizioni di ogni persona, il percorso migliore viene stabilito direttamente dall’osteopata, che sarà in grado i valutare correttamente tutti gli aspetti.

Gli individui inattivi, in quanto lo stretching contribuisce ad evitare o ridurre la rigidità delle articolazioni, in maniera semplice e senza l’utilizzo di farmaci.

Gli sportivi, che tramite lo stretching possono acquisire o mantenere una buona flessibilità.

Vuoi approfondire o valutare la tua situazione specifica? Puoi contattarmi cliccando QUI

Dott. Antonio Folino Osteopata

Via Labriola, 16
San Giuliano Milanese (Mi)

Copyright © 2021  – Dott. Antonio Folino Osteopata – P.Iva: 10556640968

Chat
Chat